Implantologia dentale: cos’è e a cosa servono gli impianti dentali

L’implantologia dentale è rivolta ai pazienti che hanno perso uno o più denti. Questa branca dell’odontoiatria si occupa infatti di ripristinare le funzioni orali di coloro che hanno una mancanza totale o parziale della dentatura.

Come funziona l’implantologia dentale? I denti mancanti vengono sostituiti mediante l’inserimento di radici artificiali in titanio, anche note come impianti dentali.

Grazie all’implantologia dentale i pazienti possono quindi tornare a sorridere e a masticare senza problemi!

Che cosa sono gli impianti dentali

La mancanza di uno o più denti può avere un forte impatto sulla vita quotidiana creando imbarazzo e insicurezza. Non solo, la perdita di uno o più denti causa la riduzione della funzione masticatoria e può portare ad una lenta perdita di massa e densità del tessuto osseo.

Gli impianti dentali sono piccole viti in titanio, progettate per sostituire la radice di un dente naturale che è venuto a mancare. Integrandosi perfettamente con l’osso, diventano un punto di ancoraggio per il dente sostitutivo, grazie alla biocompatibilità del titanio.

In questo modo, gli impianti dentali permettono quindi una riabilitazione permanente della masticazione, garantendo un risultato estetico pari a quello dei denti naturali.

Quando ricorrere all’implantologia dentale

É possibile sottoporsi ad un intervento di implantologia dentale nel caso:

  •  manchi un dente solo: in questo caso l’impianto dentale prenderà il suo posto e saranno conservati i denti adiacenti;
  • manchi più di un dente: in questo caso è possibile utilizzare impianti dentali a cui agganciare ponti per sostituire più denti;
  • manchino tutti i denti: in questo caso si può sostituire tutta l’arcata dentale superiore o inferiore inserendo gli impianti dentali a cui agganciare la protesi fissa.

Cinque motivi per non avere paura dell’implantologia dentale

Ecco cinque buoni motivi per aiutarvi ad affrontare con serenità l’inserimento di impianti dentali:

  1.   Al momento dell’inserimento dell’impianto dentale, al paziente viene fatta l’anestesia locale per ridurre ogni possibilità di dolore. Vengono utilizzati anestetici appositamente sviluppati per la chirurgia orale.
  2.   Un intervento di implantologia dura relativamente poco, in genere 30 minuti.
  3.   L’impianto dentale può avvenire su richiesta anche sotto sedazione cosciente per cui il paziente non sentirà in alcun caso dolore durante l’operazione.
  4.   Il fastidio post-operatorio si esaurisce generalmente nel giro di una settimana ed è collegato al normale processo di guarigione della zona che ha ricevuto l’impianto. In seguito all’intervento di implantologia verranno comunque prescritti i farmaci necessari al fine di controllare efficacemente l’insorgenza di eventuale dolore.
  5.   Non dimenticate che affidarsi a specialisti competenti e sempre aggiornati sulle tecniche di implantologia dentale moderna può fare la differenza. Nel nostro studio utilizziamo un software in rendering 3D per progettare gli interventi di implantologia così da raggiungere risultati ad altissima precisione, garantendo la massima sicurezza e il minor disagio possibile per il paziente.

 Tornare a sorridere con gli impianti dentali

impianti dentali

La perdita parziale o totale dei denti rappresenta spesso motivo di stress, tristezza e imbarazzo. Ritrovare il proprio sorriso, in alcuni casi, significa ritrovare la felicità.

Contattaci per saperne di più sull’implantologia dentale e per prenotare una visita!

Seguici su Facebook per rimanere aggiornato!